Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

 

L’area dedicata alla sabbiatura è costituita da tre cabine (rispettivamente di dimensioni m 7,80 × 32 × h 6, di m 5 × 20 × h 6 e m 11 × 32 × h 6), provviste di binari per la movimentazione e di rulli motorizzati per la traslazione, che consentono di trattare manufatti di carpenteria pesante di dimensioni ragguardevoli. A ciò va aggiunta una granigliatrice automatica a passaggio fornita di 8 turbine (dimensioni m 2 × 1,5) che consente una produzione in serie di manufatti medio piccoli.

 

La sabbiatura, intesa come “sand cleaning” (pulizia a getto), definizione che può indicare diversi metodi di applicazione e differenti tipi di abrasivi impiegati, costituisce a tutt’oggi il sistema di preparazione superficiale che offre le maggiori garanzie per una buona efficienza di un ciclo protettivo.

 

A seconda del ciclo richiesto dalla clientela l’attività eseguita è di tipo pneumatico o idraulico. Il primo processo è a secco, è un metodo rapido ed efficace che si avvale dell’utilizzo sia di abrasivi metallici, quali la graniglia d’acciaio, che offre il giusto equilibrio fra durezza e friabilità, sia di abrasivi non metallici quali la sabbia di fiume a base silicea o in alternativa materiali provenienti da scorie (tipo copper) e sintetici non silicogeni. Il secondo processo è quello della idro-sabbiatura basato sul getto di acqua ad altissima pressione e basso volume, preferibilmente miscelata con una ridotta quantità di abrasivo non metallico.

 

L’azienda è in grado di preparare i manufatti secondo le prescrizioni della ISO 8501 (grado di preparazione da SA 1 ad SA 3).